Cip e Sky
L'Italia batte il Giappone 2-1 e sale a quota 6 in classificaVersione stampabile


immagine sinistra

Missione "quasi" compiuta. Era fondamentale vincere la seconda partita: per il morale, per la classifica e per la qualità dell'avversario. Se l'Inghilterra, sulla carta la più debole del torneo, doveva rappresentare il trampolino di lancio, dall'altra parte i vice-campioni paralimpici del Giappone dovevano essere la conferma delle sensazioni positive emerse dopo la prima gara. E quest'Italia, ancora una volta, ha dimostrato di avere carattere da vendere, di saper soffrire, affrontare e superare le difficoltà.

La vittoria per 2-1 sul Giappone ha racchiuso tante partite in una sola: dopo il vantaggio di due reti del primo tempo (Balossetti al 5' e Planker all'11') le cose sembravano essersi messe per il verso giusto. Una veemente reazione d'orgoglio da parte dei nipponici ha messo in apprensione gli azzurri ma, allo stesso tempo, ne ha evidenziato lo spirito di sacrificio: sono serviti una difesa di ferro e uno strepitoso Araudo per evitare la rimonta, nonostante Rosa e Leperdi abbiano sfiorato il 3-0 in un paio di occasioni. Nel terzo tempo, a sorpresa, è arrivata la rete del Giappone ad opera di Misawa; gli ultimi minuti, disputati in una vera e propria bolgia per il tifo sfrenato dei ragazzi delle scuole, non sono serviti per l'impresa, nonostante i disperati tentativi di pareggiare. L'Italia ha vinto e, in caso di risultato positivo domani contro la Germania, "vedrà" le Paralimpiadi.

Capitan Chiarotti, a fine gara, ha elogiato la propria squadra ma ha trovato anche il tempo per fare i complimenti agli avversari: «Sono un'ottima squadra, devono crederci e ce la faranno anche loro. Siamo partiti molto bene, abbiamo avuto qualche occasione per chiuderla ma, si sa, l'hockey è così, devi stare attento fino alla fine. Il Giappone è stato un grande avversario, c'è stato molto rispetto: noi siamo campioni d'Europa ma loro sono medaglia d'argento a Vancouver, gli auguro di passare il turno. Domani con la Germania sarà una battaglia, loro daranno il massimo perchè sono con l'acqua alla gola; dovremo partire a 100 all'ora per vincere».

Anche Florian Planker, eletto miglior giocatore della partita, ha elogiato il Giappone: «E' stata più dura del previsto, loro sono cresciuti molto in questi ultimi anni. Quel gol ci ha fatto tremare un po'; con una vittoria sulla Germania dovremmo essere già a posto, molto dipenderà dai risultati delle altre».

Negli altri due confronti di ieri, la Corea del Sud ha battuto la Germania per 4-1 e la Svezia ha superato la Gran Bretagna con un facile 7-0.



23/10/2013


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Dicembre  >>
LMMGVSD
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico