Cip e Sky
Lo sport paralimpico al Mobility Day 2013Versione stampabile


immagine sinistra

Il Comitato Regionale CIP Piemonte parteciperà al Mobility Day 2013, l'evento organizzato da CPD (Consulta Persone in Difficoltà), Anglat, ADN (Associazione Diritti Negati) e Gruppo Di Viesto: un'occasione per parlare di mobilità attenta ai bisogni di cittadini con esigenze particolari e per provare insieme come il diritto alla mobilità possa esprimersi in molte e diverse forme.

L'evento si svolgerà nel pomeriggio di domenica 29 settembre in una Piazza Castello che diventerà, per una volta, sede di appassionanti sfide sportive, coordinate dal CIP, che vedranno la partecipazione di atleti come Patrizia Saccà (medaglia d'argento nel tennistavolo ai World Master Games 2013 di Torino), Pietro Mazzei (giocatore e istruttore di tennis in carrozzina) e dell'HB Basket Uicep Torino.

Sarà possibile assistere a dimostrazioni di showdown (particolarissimo sport per non vedenti a cura dell'Unione Ciechi e Ipovedenti), wheelchair hockey (con il Magic Torino), tennistavolo (con il Gruppo Panathlon), danza in carrozzina (con l'Associazione Ballo Anch'io) e basket in carrozzina (con l'HB Uicep Torino). Per chi vorrà sarà possibile provare l'handbike.

Nel frattempo, ieri mattina, presso la Sala Meeting di Via San Marino 10 a Torino, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Mobility Day. A fare gli onori di casa Giovanni Ferrero della CPD; tanti (e illustri) gli ospiti intervenuti. Ecco le loro parole.

Paolo Severini (regia artistica): «Siamo riusciti a coinvolgere molte associazioni che operano sul territorio nel campo della mobilità, come quelle sportive o della danza: nell'arco di un mese abbiamo creato una scaletta ricca e varia; ringrazio le diverse realtà che si sono unite per realizzare tutto questo. Ma c'è anche una scommessa che io chiamo "triathlon": un percorso motorio-sensoriale che prevede spostamenti in carrozzina, un accompagnamento fatto da persone non vedenti e un test drive in cui sarà la persona disabile a guidare; il tutto è basato sulla fiducia nell'altro. Ci sarà la possibilità di sperimentare molte cose».

Paolo Osiride Ferrero (Presidente CPD): «Il Mobility Day è di fondamentale importanza perché, in realtà, c'è ancora molto da fare: l'handicap sembra superato ma non è così; l'evento di domenica dimostrerà a tutti che le persone con disabilità riescono a fare cose che gli altri non fanno. Sono molto soddisfatto della sinergia tra le parti, in particolare vista la partecipazione di un imprenditore come Di Viesto. E' importante parlare di disabilità in un contesto generale per rendere consapevoli le persone».

Roberto Romeo (Presidente Anglat): «Noi di Anglat portiamo avanti queste battaglie dal 1981 per cui ringraziamo tutti; il primo importante passo è stato la conquista dell'IVA agevolata al 4% per l'acquisto di un'automobile da parte di una persona con disabilità. Voglio ricordare, a proposito, l'importanza della mobilità privata, oltre a quella pubblica: questo concetto fatica ancora ad entrare nella mente degli amministratori locali».

Angelo Di Viesto (Gruppo Di Viesto): «Com'è nata l'idea del Mobility Day? La mia famiglia opera da 40 anni sul territorio torinese e quindi ci sentiamo in dovere, in qualche modo, di ripagarlo per tutto quello che ci ha dato. Posso assicurare che la nostra finalità non è commerciale ma quella di agire con il cuore, dando un segnale alla città nel proporci non solo come venditori di automobili; vogliamo sensibilizzare i cittadini sulle cose che non vanno: le telefonate di complimenti ricevute da altri imprenditori e da alcuni istituti di credito non possono che farci piacere. Buona fortuna a tutti».

Roberto Moncalvo (Coldiretti): «Cosa c'entra la Coldiretti con la mobilità? Tra le persone in difficoltà e il cibo c'è un rapporto molto più profondo di quello che noi tutti immaginiamo. Proprio per questo vogliamo rendere le persone con disabilità protagoniste di tutto il percorso del cibo, dai campi alla tavola. L'agricoltura sociale è lo strumento che ci permetterà di fare questo attraverso la creazione di spazi d'incontro tra le aziende agricole e le persone sia in termini terapeutici che lavorativi. Inclusione sociale e lavorativa, dunque, che prevede l'avvio di percorsi strutturati. Sono lieto di annunciare il proseguimento del rapporto di collaborazione con la CPD grazie ad un progetto che avrà come obiettivo l'accessibilità degli agriturismi, non solo a livello residenziale ma anche lavorativo».

Elide Tisi (Vice Sindaco di Torino e Assessore alle Politiche Sociali e Abitative della Città di Torino): «E' con molto piacere che sono qui oggi perché è l'occasione giusta per richiamare i temi della disabilità e di farlo in modo diverso dal solito. Quella di allargare a soggetti privati l'organizzazione di eventi come questo consentono di migliorare l'approccio culturale a queste tematiche. Un altro aspetto è quello della qualità: la partecipazione alla vita pubblica è un concetto di fondamentale importanza; dobbiamo mettere in campo azioni concrete che consentano alle persone di vivere una vita, il più possibile, in condizioni di normalità».



27/09/2013


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico