Cip e Sky
"Lo Sport Scende in Piazza" e...Torino č gia Capitale dello SportVersione stampabile


immagine sinistra

Una stoccata con Andrea Macrì, un canestro con Andrea Rocca, una partita a tennis tavolo con Patrizia Saccà o un rovescio con Pietro Mazzei o Enzo Miele. Se ve l'avessero detto prima, forse non ci avreste creduto; invece, tutto questo è stato possibile. Merito dello Sport, quello con la S maiuscola, andato in scena domenica 12 maggio per le vie del centro cittadino.

Il 2015 non è poi così lontano e Torino, con due anni d'anticipo, ha avuto la possibilità di dimostrare di meritare pienamente il titolo di Capitale Europea dello Sport. Sono state migliaia, infatti, le persone che, anche solo di passaggio, hanno contribuito al grande successo di "Lo Sport Scende in Piazza". Successo condiviso dalle attività organizzate dal CIP Piemonte in collaborazione con CUS Torino e Panathlon Club Torino Olimpica. A fare gli onori di casa Roberto Polloni, presidente del Panathlon Torino: «Da sempre cerchiamo di promuovere l'etica e lo sport aperto a tutti. I valori, il rispetto delle regole, dell'avversario e le pari opportunità sono elementi chiave del nostro modo di pensare» afferma, ricordando il Panathlon Day del prossimo 9 giugno in molte città del Piemonte.

Grandi protagoniste della giornata sono state, senza dubbio, le società sportive che hanno avuto la possibilità di farsi conoscere al grande pubblico con dimostrazioni e rappresentazioni di diversi sport come tennis in carrozzina (Sfide, Sportdipiù e Sport Happenings), basket in carrozzina (HB Torino Uicep), scherma in carrozzina (Lamerotanti), handbike (Passo Cuneo), tennis tavolo (CUS Torino), boccia (CIS) e tango in carrozzina (Ballo Anch'Io, al parco del Valentino).
Margherita Vigliano, presidente di Sport Happenings e del progetto "Accademia Italiana Wheelchair Tennis", ha espresso tutta la propria soddisfazione per la grande vetrina concessa, sostenendo la necessità di far crescere, a livello internazionale, il movimento del tennis in carrozzina. Le ha fatto eco Andrea Pontillo, maestro di scherma di Lamerotanti: «Facciamo continui scambi con altre associazioni e frequentiamo, ogni anno, uno stage internazionale per migliorare le prestazioni dei nostri atleti; non dimentichiamo l'importanza dell'allenamento». Giuseppe Antonucci di SportDiPiù si è invece soffermato sull'organizzazione dell'evento: «Siamo riusciti a trovare le soluzioni giuste per le rappresentazioni di sette discipline sportive per disabili nonostante le difficoltà economiche; i risultati ci danno ragione». L'invito del team manager dell'HB Torino Uicep Antonio Busso "Vogliamo i disabili fuori da casa!" ci sembra il miglior slogan possibile per promuovere l'attività sportiva rivolta a persone con disabilità.

A fine giornata, dopo il saluto del Sindaco di Torino Piero Fassino, l'Assessore allo Sport e Tempo Libero Stefano Gallo ha premiato alcuni atleti e squadre piemontesi che si sono distinti per meriti sportivi: Elisabetta MijnoAndrea Macrì, Patrizia Saccà, Pietro Mazzei, l'HB Torino e la PASSO Cuneo. Una medaglia è andata anche alla Presidente Regionale CIP Piemonte Silvia Bruno.


La premiazione con l'Assessore e gli atleti, altre fotografie sulla pagina Facebook del CIP Piemonte.



14/05/2013


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico