Cip e Sky
Mondiali Sci Disabili a Sestriere, Italia senza medaglieVersione stampabile


immagine sinistra
I Mondiali di Sci disabili terminati domenica scorsa a Sestriere saranno ricordati per tre ragioni. In primo luogo la perfetta organizzazione della FreeWhite di Gianfranco Martin, unanimemente riconosciuta dagli addetti ai lavori tra cui i rappresentanti del Comitato Paralimpico Internazionale, che hanno definito le gare iridate appena concluse come «le migliori di sempre»; in secondo luogo, l’addio all’agonismo di uno dei più grandi atleti con disabilità della storia (il tedesco Gerd Schönfelder, 40 anni, 16 ori alle Paralimpiadi e 14 titoli mondiali, gli ultimi due vinti nei giorni scorsi). Infine, i Mondiali di Sci disabili 2011 saranno ricordati, purtroppo, per la «disfatta» azzurra.

«Sì, disfatta, diciamolo pure – ammette lucidamente Tiziana Nasi, Presidente della Federazione Sport Invernali Paralimpici – se pensiamo che a abbiamo sempre vinto medaglie nelle manifestazioni internazionali, mentre questa volta, per giunta in casa, non è successo. I risultati migliori sono arrivati da Melania Corradini, quattro volte quarta e una volta quinta. Rispetto a Vancouver mancavano certo nomi importanti, ma l’anno post-paralimpico in genere è difficile per tutti, invece abbiamo visto crescere il livello delle altre nazioni, mentre noi siamo sempre allo stesso punto». L’organizzatrice delle Paralimpiadi di Torino 2006 dice le cose come stanno e indica la strada da seguire per tornare competitivi: «Adesso dobbiamo capire bene cosa non va anche se in parte già lo sappiamo: la preparazione è iniziata tardi, dobbiamo investire di più sui giovani e seguire meglio gli atleti che abbiamo. Servono energie, anche economiche, per mettere in piedi una macchina che funzioni».

Clima ben diverso si respira invece in squadre come la Francia, che da Sestriere si porta a casa la prima posizione nel medagliere (8 ori, 6 argenti e 4 bronzi, davanti a Germania e Slovacchia), oltre alla conferma di un talento come Vincent Gauthier-Manuel, 24 anni, categoria standing come Schönfelder, di cui è già acclamato come erede.

Finito un Mondiale, avanti altri due: sono in corso infatti in Nuova Zelanda i Campionati del Mondo di atletica leggera, a cui l’Italia partecipa con 5 atleti, fra cui quella Francesca Porcellato vincitrice dell’unico oro azzurro a Vancouver, che a marzo tornerà ad allenarsi nello sci di fondo per i Mondiali di aprile in Siberia.


30/01/2011


SporTorino.it

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico